M5S: ecco i candidati alla Regione

Presentati questa mattina a Udine i 36 candidati del Movimento 5 Stelle al Consiglio regionale, presentati da Alessandro Fraleoni Morgera (candidato alla presidenza della Regione) e da Rosaria Capozzi (candidata sindaco di Udine). "Sono cittadini - ha detto Fraleoni Morgera - che hanno deciso di impegnarsi al fianco dei loro concittadini, dedicando tempo ed energie in questa avventura che significa mettersi veramente al servizio delle persone e non al servizio delle lobby e dei gruppi di potere".

Ecco i curricula dei candidati circoscrizione per circoscrizione.

CIRCOSCRIZIONE GORIZIA

ROBERTO CATERINI. Nato a Monfalcone, 52 anni, residente da 5 anni a Gradisca d’Isonzo e precedentemente a Staranzano. Consegue nel 1984 il diploma di geometra e di conservatorio (tromba). Dopo il servizio militare presso l’Arma dei Carabinieri nel 1986 vince il concorso presso il Consorzio Industriale (ora economico) del Comune di Monfalcone come geometra nell’ufficio lavori (appalti, contabilità lavori pubblici, progettazioni, informatizzazione - l’ultima progettazione è stato l’approfondimento del canale di accesso al porto di Monfalcone) posto che ricopre fino al 2001 e che gli permette economicamente di proseguire gli studi musicali a Roma e a Parigi. Svolge attività musicale con l’Opera di Roma, il Teatro Verdi e l’Orchestra di Padova e del Veneto, entrando in ruolo a tempo indeterminato in quest’ultima nel 2000 (dal 1996 come professionista) svolgendo un’intensa attività concertistica e discografica con tournée in tutto il mondo (Giappone, Russia, Sud America, Europa). Nel 2006 consegue il biennio specialistico con il massimo dei voti 110/110 presso il conservatorio di Padova.  Nel 2016 si mette in aspettativa 6 mesi per ricoprire il ruolo di docente presso il polo liceale di Gorizia. Ha tenuto corsi in Italia e al’estero e collabora con numerose associazioni musicali. Direttore artistico dell’associazione culturale “Amici della musica di Gorizia”, è stato responsabile per un decennio della scuola di musica della Banda Civica città di Monfalcone, entrambe a titolo gratuito. È stato rappresentante sindacale interno Cgil presso il consorzio e successivamente Cgil-Slc presso la Fondazione Orchestra di Padova e del Veneto; attualmente non è iscritto a nessuna sigla sindacale.

FABIO CURCI.  41 anni goriziano, dopo il diploma di Perito elettrotecnico, e finito il servizio militare trovo lavoro come impiegato tecnico in automazione industriale presso il centro ricerche di un'azienda di produzione di impianti siderurgici. In seguito ho vinto un paio di concorsi pubblici come elettricista specializzato e dopo aver conseguito il secondo diploma come geometra e superato un concorso pubblico dal 2006 ho lavorato in Provincia di Gorizia occupandomi di Lavori pubblici. Nel 2013 conseguo la Laurea di Primo Livello in Ingegneria Edile superando successivamente l'esame Esame di Stato Ingegnere civile e ambientale junior per l'abilitazione alla professione. Dopo la riforma che ha rivoluzionato gli Enti locali, lavoro presso l'UTI Collio – Alto Isonzo occupandomi di edilizia scolastica. Nel mio trascorso in Provincia ed ora in Uti ho ricoperto ruoli di Responsabile del Procedimento, Progettista, Direttore Lavori e Coordinatore della sicurezza, avendo l'opportunità di occuparmi anche di opere importanti. Seguo il Movimento da quando è nato, e sento miei i temi come la tutela dei beni comuni, l'ambiente, il sociale, la trasparenza e la partecipazione. Su queste tematiche mi sono attivato da un paio d'anni sul mio territorio assieme a comitati di cittadini su tematiche ambientali come le battaglie contro 2 centrali biomassa, una a Gas e impianti trattamento rifiuti in mezzo alle case, contro il consumo del suolo e per la salvaguardia del nostro territorio. Credo molto nella partecipazione e collaborazione, uniti per uno stesso scopo si può fare molto e ne ho avuto recentemente conferma nella battaglia fatta contro la chiusura del centro faunistico di Terranova dove persone e associazioni si sono unite contro la regione riuscendo a mantenerlo aperto. Mi sono candidato perché voglio dare il mio contributo all'interno delle istituzioni, anche per le battaglie che faccio, affinché non serva più farle. So che il lavoro è tantissimo, credo serva subito approvare la nuova pianificazione del nostro territorio, dove disegnare il futuro della nostra Regione, consumo zero del suolo, tutela ambientale, sviluppo di un nuovo modello industriale, mobilità sostenibile... un futuro a 5 stelle. Bisogna lavorare uniti per questo.

ILARIA DAL ZOVO.  Ho 39 anni e sono mamma di un bimbo di 10 anni. Ho conseguito il diploma di ragioniere programmatore.  Dal 1999 al 2007 ho lavorato come impiegata commerciale e amministrativa, presso varie imprese, in diversi settori. Nel 2007, l'impresa per cui lavoravo ha chiuso e nello stesso anno, sono diventata mamma. Dopo quasi un anno dalla sua nascita, ho trovato lavoro come capocantiere in aeroporto. Ho fatto la volontaria in ambulanza e conseguito il corso di primo soccorso e frequentato il corso di primo soccorso avanzato. Ho fatto per anni atletica leggera e pattinaggio corsa. Dapprima con la newsletter di Beppe, ed oggi con Rousseau, dal 2012 partecipo attivamente alla vita del MoVimento 5 Stelle. Ho contribuito alla stesura del programma per le regionali 2013 e seguito la campagna elettorale sui social. Dal 2013, sono una portavoce in consiglio regionale e attivista. Faccio parte della commissione che si occupa di lavori pubblici, edilizia, espropriazione, pianificazione territoriale, viabilità, trasporti, porti e aeroporti civili, navigazione, protezione civile, energia,parchi e riserve naturali, caccia, pesca nelle acque interne, paesaggio, cave, miniere, acque minerali e della commissione che si occupa di  agricoltura e foreste, sviluppo della montagna, pesca marittima e acquacoltura, industria, artigianato, commercio interno ed estero, fiere e mercati, turismo e terziario, sostegno all'innovazione nei settori produttivi, tutela dei consumatori, professioni, lavoro e cooperazione. Sono anche Presidente del Comitato per la legislazione, il controllo e la valutazione, che si occupa di valutare le politiche pubbliche, ovvero valutare se i soldi dei cittadini, sono stati spesi bene. In questi anni ho seguito, oltre ai temi delle commissioni, anche il tema dell'immigrazione (tema molto sentito nella nostra regione, vista la sua posizione geografica), quello del contrasto a tutte le forme di discriminazioni e il tema dell'azzardopatia. Mi metto a disposizione per continuare a portare avanti questi temi e portare all'interno del consiglio regionale, le istanze dei cittadini e dei comitati, come abbiamo sempre fatto in questi anni.

MIRKO LA MARCA.  Ho 26 anni e sono nato a Praia a Mare (Cs) il 17 Giugno 1991. Vivo a Monfalcone e sono diplomato come Perito Elettronico specializzato in Telecomunicazioni. Diplomato inoltre come Tecnico Luce per lo spettacolo/audiovisivo. Laureato in Relazioni Pubbliche presso l’Università degli Studi di Udine. Ho incominciato a lavorare dai 15 anni, durante l'estate prima e poi successivamente per pagarmi gli studi universitari. Post lauream ho lavorato in tirocinio presso Insiel SpA nelle comunicazioni e pr e recentemente in una televisione locale come “aspirante” giornalista pubblicista. Da sempre attirato dal mondo degli Eventi e dal Sociale. Passioni sfociate nel volontario anche per eventi tra i quali Gusti di Frontiera (Gorizia) e come simpatizzante prima, attivista poi gruppo del Movimento 5 Stelle di Monfalcone nel dicembre 2017. Sportivo fin dalla tenera età, passando numerosi sport e consolidati  nella mia fede nel Karate agonistico con oltre i 17 anni di attività sportiva.

ANNA VALLE detta ANITA. Mi chiamo Anna Valle ma tutti mi chiamano da sempre Anita. Ho 47 anni, sono cresciuta a Monfalcone dove tuttora lavoro, e risiedo a San Pier d'Isonzo. Ho conseguito la maturità scientifica ad indirizzo biologico sanitario e ho sostenuto tanti esami del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia ma non ho terminato il piano di studi. Ho avuto diverse esperienze lavorative e dal 2002 sono impiegata nel settore immobiliare. Nel 2005 sono diventata agente immobiliare e sono iscritta al ruolo degli agenti d'affari in mediazione immobiliare. Questo lavoro mi ha permesso di conoscere bene la trasformazione del territorio dell'Isontino dal punto di vista architettonico e sociologico. Faccio parte di una onlus che opera nel settore del Volontariato con progetti di Cooperazione allo sviluppo. In passato sono stata anche volontaria di primo soccorso. La sensibilità per le tematiche socio-sanitarie è da sempre fortemente viva in me e mi ha condotto ad essere nel periodo delle scuole superiori rappresentante di Istituto per diversi anni e ad aderire a comitati studenteschi. Nel 2008 sono stata la portavoce di un Comitato locale pro-partoanalgesia che ha raccolto più di 3000 firme in tutto l'Isontino. Dal 2013 faccio parte del meet up "Bisiacaria in movimento", dove in maniera continuativa mi impegno nelle tantissime attività del gruppo. Vivo purtroppo in un territorio fortemente provato dalla presenza della centrale a carbone dalla forte presenza di amianto ecc..ed è per questo e per un mondo più equo e sano che mi batto con grande serietà e con entusiasmo. Ho la fortuna di essere mamma e questo ha rafforzato il mio impegno. Annovero tra le mie passioni la lettura e mi diletto a scrivere poesie.

CIRCOSCRIZIONE PORDENONE

MAURO BIOLCATI. Sono nato a Torino 54 anni fa. Sono sposato con Patrizia e abbiamo due figli di 22 e 18  anni entrambi studenti. Ho conseguito il diploma di ragioniere e perito commerciale nel 1983. Dal 1985, dopo avere assolto il servizio di leva, ho iniziato la mia carriera professionale nel settore della cooperazione agricola e della produzione/lavoro come impiegato amministrativo. Successivamente, nel 1988, ho cambiato settore e per circa 25 anni ho lavorato nel settore legno/arredo sempre come responsabile amministrativo fino al ruolo di direzione di comparto. Attualmente sono impegnato come addetto commerciale in una start-up agricola innovativa con il compito di sviluppare e gestire la rete commerciale.

MAURO CAPOZZELLA. Mauro Capozzella (nato a San Vito al Tagliamento nel 1973), sposato, padre di 3 figli, laureato a Padova, tirocinato come dottore commercialista, masterizzato in gestione e controllo, lavoro come consulente per professionisti e aziende nel campo dell'IT (servizi e sw). Sono attivista dal 2015, ho contribuito a redigere il programma per le comunali di Pordenone del 2016 (bilancio, partecipate, enti controllati), nel 2017 è nato a Pordenone il centro SOS Antiequitalia, sono stato uno degli attivisti (in pochi mesi sono entrate 65 persone e abbiamo visionato cartelle esattoriali per una somma complessiva di quasi 7 milioni di Euro).

ELEONORA FRATTOLIN. Ho 40 anni e sono mamma di due vulcanici ragazzi. Ho conseguito un diploma di maturità scientifica e frequentato studi di Scienze Economiche e Bancarie, non terminati per dedicarmi alla famiglia. Prima di entrare in Consiglio Regionale facevo la mamma a tempo pieno. Sono stata istruttrice giovanile di pattinaggio corsa; ho svolto attività di volontariato come lettrice presso la biblioteca civica e il Cro di Aviano; sono stata referente per un'associazione di promozione sociale a sostegno della scuola e membro di numerose associazioni che si occupano di tutela dell'ambiente e della salute. Attivista a Pordenone dal 2010, mi sono da subito interessata soprattutto delle problematiche ambientali locali, molte delle quali precedentemente approfondite tramite l’impegno in associazioni e comitati. Ho contribuito alla presentazione della lista del M5S alle elezioni regionali 2013, impegnandomi nella creazione del programma elettorale, nell’organizzazione degli eventi della campagna elettorale, nella campagna comunicativa e in sostegno organizzativo all’allora candidato presidente. Dal 2013 la mia attività di portavoce si è affiancata a quella di attivista a sostegno dei gruppi della regione. Attualmente sono vicepresidente della Commissione Istruzione, Ricerca, Università, Politiche giovanili, componente della Commissione Enti Locali, Cultura, Sport, e componente della Giunta del Regolamento interno. In questi anni mi sono occupata principalmente di istruzione, cultura, sport e ambiente (in particolare rifiuti e cave); la battaglia che mi sta più a cuore, troppo sottovalutata dalla politica e purtroppo anche dai cittadini, è senz’altro quella per la tutela dell’ambiente e per il diritto alla salute.

GIANCARLO FREGIATO.  Sono nato nel 1985 e sono residente a Cordenons (PN). Laureato in Scienze politiche e delle relazioni internazionali. Carrista dell'Esercito italiano nella sede di Cordenons. Attivista del MoVimento 5 Stelle dal 2013 attivamente nel mio comune dal 2016.

BRUNO LORENZINI. Nato a Spilimbergo il 13 ottobre 1959 e risiede a Pordenone dal 1963. E’ sposato con Fiammetta e ha un figlio, Alberto, di 13 anni. Si diploma all’ITI “Arturo Malignani” di Udine in Elettronica Industriale nel 1978 e trova inizialmente lavoro in una radio e televisione locale. Dal 1983 è impiegato in Telecom Italia dove attualmente ricopre il ruolo di specialista di reti LAN, Internet, reti di accesso, VoIP e sicurezza in rete. E’ inoltre un formatore e tiene corsi non solo interni all’azienda. Come hobby è da quarant’anni nel mondo dell’associazionismo sportivo nell’ambito della FICr, nella quale ha ricoperto primari ruoli tecnici e dirigenziali, sia a livello locale che regionale e nazionale, fino a due mandati nel consiglio di amministrazione federale. Con il MoVimento 5 Stelle è impegnato da diversi anni nell’organizzazione degli eventi: dalle amministrative della sua città, alle campagne referendarie contro le trivelle e la riforma costituzionale e da ultimo nelle elezioni nazionali. Condivide pienamente gli ideali fondanti del MoVimento, è co-organizer del meetup di Pordenone di cui ne cura la comunicazione sui social. Ha collaborato attivamente con i portavoce comunali contribuendo alla formulazione di alcune mozioni, interrogazioni e comunicati. In Consiglio Regionale vuole portare il modo di fare politica del MoVimento nell’ambito delle cinque stelle: acqua, ambiente, trasporti, connettività e sviluppo.

NICOLA MARSON. Nato a Oderzo (Tv) nel 1980, risiedo da sempre nella frazione di Ghirano a Prata di Pordenone. Diplomato Geometra nel ’99 a Pordenone. Ho passato gli ultimi 19 anni in azienda come dipendente con grande dedizione al lavoro. Seguo il MoVimento 5 Stelle fin dalla nascita, giorno per giorno. Ho ben radicati in me i principi del movimento, in primis la democrazia partecipata e una politica fatta di idee e non di ideologie. Attivista da gennaio 2017 quando mi sono candidato alla carica di consigliere nel mio comune. Faccio parte della commissione extra consigliare in materia di urbanistica, ambiente e attività produttive del mio comune. Le risposte da dare ai cittadini sono tante in materia di sicurezza e immigrazione passando per un nostro grande progetto il reddito di cittadinanza. Ma anche le innovazioni nel campo tecnologico cambieranno le nostre vite (big data, intelligenza artificiale, criptovalute) sono solo alcuni aspetti che una amministrazione a 5 stelle dovrà gestire al meglio. Un altro mio grande interesse è l’ambiente e la sua tutela con tutti gli aspetti che ne seguono, il riciclo dei rifiuti, le rinnovabili, la diminuzione del consumo di suolo. "Partecipa, Scegli, Cambia" è il percorso che sto facendo insieme al MoVimento 5 Stelle.

LUCIANO MARTINUZZO. Sono nato 60 anni fa in Venezuela da genitori emigranti e dal 1970 siamo tornati in italia dove ho iniziato il percorso formativo e mi sono diplomato geometra nel '77. Dopo aver assolto il servizio militare di leva ho iniziato la carriera lavorativa come titolare della mia azienda agricolo zootecnica (allev 500 vitelli e prod kiwi), per 23 anni. Era ora di cambiare e dopo aver affittato l’azienda sono diventato sub-agente assicurativo per una nota compagnia del ramo e questo per 5 anni. Altro giro di valzer si molla tutto e mi occupo di un attività nella ristorazione al Città Fiera per 2 anni, ma troppe ore e troppo distante quindi si cambia ancora e da 10 anni mi occupo di rinnovabili fotovoltaico, solare bio masse ecc e di energia elettrica, a 360° che va dalla fornitura di energia per Pmi ed industria, alla mobilità elettrica con sistemi di ricarica e le macchine stesse. In tutto questo periodo però ho ritenuto necessario e doveroso dedicare una parte del mio tempo anche all’interesse collettivo e ho iniziato un percorso all’interno dell’organizzazione sindacale Coldiretti partendo dalla sezione comunale, mandamentale fino a diventarne presidente provinciale. Ho fatto parte della giunta e successivamente dopo la sua trasformazione, del consiglio della Camera di Commercio di Pordenone. Sono stato nel consiglio di amministrazione della Banca di Credito Cooperativo pordenonese per 2 mandati. Per 8 anni sono stato vice presidente del consorzio interregionale Acquedotto Basso Livenza e l’abbiamo accompagnato nella sua trasformazione in Spa chiamata acque del Livenza ora LTA. Una delle cose di cui vado fiero di questo incarico è di aver acquistato come consiglio di amministrazione i terreni ( 22 Ha) si cui vengono emunte le acque, per salvaguardarne le falde, e di aver realizzato nello stesso un parco aperto a tutti i cittadini. Altre cose meno rilevanti le tralascio per non annoiare ma chiudo con la speranza che questo MoVimento possa raggiungere il suo obiettivo di vincere queste elezioni e riuscire a fare tutti quei cambiamenti che tutti aspettiamo.

VICTORIA PES. Nata nel 1975, sono mamma di due figli (Giuseppe 23 anni e Flavia 19 anni) . Mi sono diplomata in grafica pubblicitaria nel 1994 all'Istituto Statale d'arte di Cordenons (PN). Nel 1995 mi sono sposata ed ho avuto il primo figlio. Ho iniziato a lavorare nella ditta di autotrasporti di mio marito in ambito amministrativo, logistico e gestione dipendenti. È stato un lavoro che mi ha impegnato per 15 anni e che mi ha permesso di conoscere la realtà imprenditoriale e le sue criticità quali: costo del lavoro,burocrazia,alta tassazione e ruolo delle banche. Nel 2008 causa crisi abbiamo dovuto chiudere l'attività. Dopo pochi anni mi sono separata con due figli da mantenere . Attualmente svolgo lavori come addetta alle pulizie per privati farmacie e ambulatori. Ho iniziato il mio attivismo nel 2013 in concomitanza delle elezioni nazionali. Ho frequentato da subito il meetup di Fontanafredda e ho partecipato agli eventi e manifestazioni con dedizione, costanza e soprattutto fiducia verso il movimento; fiducia che non si è mai affievolita anzi continua a crescere. La realtà imprenditoriale le sue problematiche e il precariato mi hanno permesso di sviluppare interesse e sensibilità verso questi temi. Si devono trovare risposte e soluzioni adeguate alle esigenze di imprenditori che vogliono fare impresa in italia e a tutte quelle persone, uomini, donne e famiglie che in un momento di difficoltà hanno l'esigenza di un aiuto concreto tangibile, mirato, e personalizzato.

IDA PESCHIUTA. Sono nata a Venezia nel 1957. Mi sono diplomata all'Istituto Magistrale  Maddalena di Canossa, in seguito ho seguito il corso per infermiera sempre nella stessa città. La mia prima esperienza lavorativa è stata come educatrice presso il primo asilo nido nato in provincia di Venezia a Mirano. Ultimato il corso infermieristico ho iniziato a lavorare presso l'Istituto Elioterapico Carlo Stebb al Lido di Venezia. Trasferitami a Sacile ho continuato il mio percorso sia in struttura ospedaliera che poi come coordinatore per le assistenti domiciliari dell'allora Ambito 5.1 che comprendeva i 7 Comuni dell'hinterland sacilese. Ho praticato attività di volontariato fin dalla gioventù con Anfas di Venezia seguendo nei periodi estivi ragazzi con handicap presso le colonie estive, partecipando in Friuli V.G alla nascita, nel 2011 della prima associazione regionale per malati di Fibromialgia e presentando la prima raccolta firme per il riconoscimento nella nostra Regione. Sono in prima linea con i Comitati per la difesa dell'Ospedale di Sacile, che ho rappresentato a Trieste alla presentazione delle firme per la richiesta di indire il referendum per  l'abrogazione della Riforma Sanitaria Regionale.

GIANNA PAOLA RIDOLFO. Vivo a Cordenons (PN), ma sono nata ad Avasinis (UD) e ho vissuto per quasi 20 anni in Francia, sulla Costa Azzurra. Sono stata un' emigrante, come molte persone di questa regione. Sono tornata in Friuli “Just in  time” per il terremoto del 6 maggio. Mi sono diplomata in ragioneria e ho lavorato a Tolmezzo presso una società di recupero credito, in uno studio legale quando c'era ancora il Tribunale e infine presso uno studio commercialista per circa 5 anni. A quel punto ho fatto la scelta di aprire attività commerciali che mi hanno portata in varie  località quali Bibione, Sappada e Aviano. Sono riuscita a concludere un contratto con la Base Usaf grazie ad una petizione sottoposta al  personale militare americano. In quel periodo ho esercitato bene il mio inglese. Il francese è la mia madrelingua, come il  friulano. Ho fatto vari corsi di aggiornamento relativi all'argomento commercio nonché corsi di tecnico  commerciale marketing. Ho studiato comunicazione e tecniche di vendite. Vari corsi collegati quali H.C.C.P., primo soccorso, antincendio ecc. Ho gestito locali commerciali con dipendenti per un periodo di 15 anni. Attualmente svolgo, da 10 anni, il ruolo di responsabile di punto vendita di una Multinazionale. Conosco la nostra Regione e la gente. Questo bellissimo territorio spazia dal mare alla montagna e sicuramente per ogni zona le priorità non sono quasi mai le stesse. Ma una cosa in comune c'è. La necessità urgente di migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini. Filosofia fondante del  MoVimento 5 Stelle e cioè: mettere al centro e sempre l'interesse e il benessere di tutti. Mi sono avvicinata al movimento cinque anni fa quando ho avuto la netta percezione che il mio  Stato mi era nemico. Ho voluto capirci un po' di più e grazie ai nostri parlamentari sono riuscita a  farlo. Avevano promesso di aprire le istituzioni come scatolette e l'hanno fatto. Ora la via è tracciata. Lo scopo è fare della Regione Fvg un territorio a misura d'uomo. Dal canto mio darò volentieri e sempre il mio contributo grazie alla mia esperienza e alle mie  conoscenze per il nostro comune obiettivo. Per il futuro nostro e soprattutto per quello dei nostri figli. E anche per il futuro di mia figlia Gloria che studia all'Università di Udine Scienze per l'Ambiente e la Natura. Perché né lei né altri debbano più emigrare per trovare un lavoro, a meno che non sia una scelta.

FRANCESCO TAMAI. 41 anni coniugato e padre di due bambine, originario di Aviano sono residente a Roveredo in Piano. Mi presento come candidato consigliere perché da molti anni seguo il MoVimento 5 Stelle e ho contribuito alla precedente campagna elettorale regionale a Pordenone e,  anche dopo la formazione di un meetup a Roveredo, all'elezione di un consigliere nel mio comune. Le mie esperienze lavorative vanno dal settore del mobile, a quello alberghiero e approdano al commercio al dettaglio nella grande distribuzione organizzata. Ad ora sono un dipendente di una grande catena di distribuzione e da diversi anni rappresentante sindacale eletto, al suo interno. Ho potuto, grazie alle mie esperienze, capire meglio come funziona la Gdo ed il sistema lavoro ad essa connesso. È mio desiderio mettermi a disposizione per trattare questo argomento e per impedire un impoverimento del tessuto sociale ed ambientale causato dal dilagare di centri commerciali che popolano la nostra Regione, quella col più alto rapporto tra abitanti e superficie di vendita. Mi impegno quindi affinché nessuno resti indietro nello sviluppo che deve essere non solo economico ma anche  sociale.

CIRCOSCRIZIONE TOLMEZZO

CLAUDIA DI LENARDO. Ho 31 anni e sono di Resia. Lavoro in un'enoteca, il Pan & salam, a Gemona del Friuli. Ho la maturità scientifica e ho frequentato il dipartimento di ingegneria gestionale industriale presso l'università degli Studi di Udine, e sto sviluppando la tesi sui sistemi PDM Plm. Seguo il MoVimento 5 Stelle da oltre 10 anni; e nel 2014 ero candidata consigliere per le elezioni comunali di Gemona del Friuli. Amo gli animali, e mi interesso al problema del randagismo e delle colonie feline. Mi sono candidata per portare avanti i principi di trasparenza ed onestà del Movimento 5 stelle, in cui io stessa credo per prima, e per valorizzare la bellezza, la cultura e le tradizioni del nostro territorio.

AMEDEO PUSCHIASIS. Nato nel 1957 e residente a Rigolato (UD). Ho preso il diploma I.T. per Geometri. Ora sono pensionato. Sono coniugato da 30 anni e sono padre di due figli. La mia vita professionale si è svolta prevalentemente come dipendente della principale Azienda di Telecomunicazioni operante sul territorio nazionale. Esperto tecnico commerciale in Telecomunicazioni (TLC), di servizi  innovativi, applicazioni e piattaforme abilitanti nell’ambito dell’Information and Communication Technology (ICT) per i clienti privati "Top"e "Business" e per la Pubblica Amministrazione  (PA). Obiettivo della mia candidatura: rappresentare il territorio montano e pedemontano della Regione Friuli Venezia Giulia all’interno del MoVimento 5 Stelle nella tornata elettorale regionale del 29 aprile 2018. Mettere a disposizione le mie conoscenze e competenze per il raggiungimento degli obiettivi presenti nel programma nazionale e regionale del M5S. Far sì che, all’interno della cornice del programma nazionale di più ampio respiro che grande successo ha ottenuto alle recenti elezioni politiche del 4 marzo 2018, trovi spazio e risalto il programma regionale, più specifico, elaborato considerando le peculiarità della Regione Friuli Venezia Giulia. Confido che anche il nostro programma regionale ottenga ampio e condiviso consenso. Metodo di lavoro: ascoltare, studiare, elaborare, proporre, applicare e verificare il risultato. Riassumendo, mi definisco pragmatico. Il mio motto: mai molâ!

SILVIO PUNTEL. Candidato dell'Alto Friuli e attivista del MoVimento 5 Stelle dal 2007 ho partecipato alla stesura del programma del M5S relativo alla zona montana. Imprenditore da 35 anni nel settore dell'alimentazione e del commercio, continuo fermamente a credere nel possibile sviluppo del territorio montano attraverso misure specifiche: fiscalità di vantaggio  per le piccole e medie imprese locali, valorizzazione del territorio attraverso attività specifiche, tutela dell'ambiente, turismo rurale e sostenibile, creazione di nuove possibilità lavorative derivanti dalle attività sopra descritte.

CIRCOSCRIZIONE TRIESTE

ALESSANDRO BARBURINI . Sono nato a Trieste e ho 57 anni. Diplomato in ragioneria al Da Vinci di Trieste, lavoro in Poste Italiane dove mi occupo della gestione del contante per tramite della Banca d’Italia verso tutti gli Uffici Postali di Trieste, in pratica sono la persona che gestisce il contante che serve, tra l’altro, per pagare le pensioni negli Uffici Postali; precedente mi occupavo delle segnalazioni Antiriciclaggio e di “programmazione e controllo di gestione”. Sono stato sottotenente nel corpo automobilistico. Nel 1980 ho fondato ed amministrato Radio Onda Stereo 80 e Radio Cuore, conosco quindi le problematiche connesse sia alle piccole partita Iva che del lavoro dipendente.

ROBERTO BONIFACIO. 49 anni, vivo e lavoro a Trieste. Mi sono diplomato all’Istituto professionale Irfop di Trieste con indirizzo elettrotecnico. Ho lavorato per tanti anni nel settore prima come commesso in un importante negozio di elettronica di consumo, poi come tecnico addetto alle telecomunicazioni e infine ho deciso di diventare imprenditore aprendo un punto vendita che tratta telefonia, prodotti informatici e servizio assistenza. Sono attivamente impegnato nel MoVimento 5 Stelle pressoché dalla sua nascita nella realtà di Trieste, dedicandomi con passione alle attività che sono state svolte nel tempo. In particolare, nel primo periodo alla realizzazione di filmati streaming e la loro diffusione nei canali social. Ho partecipato a banchetti informativi e supportato la realizzazioni di eventi, esperienze che mi hanno dato molte soddisfazioni portandomi al confronto diretto con le persone. Ritengo di avere un’attitudine al confronto costruttivo e alla risoluzione delle problematiche avendo un orientamento caratteriale pratico e risoluto. Per portare le istanze, i progetti e le problematiche quotidiane di tutti i cittadini in Regione, mi metto a disposizione, candidandomi.

MARIA CERVINI detta MARIUCCI GRUSOVIN. Nata a Gorizia il 21 febbraio 1936, da oltre 10 lustri sono residente a Trieste. Terminate le scuole ad indirizzo commerciale andai a lavorare. A seguito delle mie capacità mi furono affidati incarichi di rilievo, responsabile dell’ufficio paghe e del personale in un azienda con quasi 2000 addetti. Cessato quel tipo di esperienza, ho ampliato le mie conoscenze amministrative come contabile in una importante azienda edile cittadina. La vastità delle conoscenze acquisite mi portò a diventare consulente amministrativa e del lavoro di diverse aziende piccole e medie di Trieste. Con il matrimonio, per agevolare il complesso lavoro di mio marito, medico chirurgo dentista, ho potuto acquisire una vasta conoscenza delle problematiche mediche in genere. Rimasta vedova ho dedicato il mio tempo per quasi quattro anni al volontariato (punto di ascolto centro tumori, Hospice malati terminali, ospedali triestini).

GABRIELLA PETRUCCI. Gabriella Petrucci, 54 anni, libera professionista nel settore dei Beni Culturali. Mi sono iscritta al Meetup della mia città nel 2014. Ho partecipato a numerosi gruppi di lavoro e agli eventi relativi ad alcuni temi della campagna elettorale per le amministrative del 2016 e più di recente ho preso parte all’elaborazione del programma per le Regionali per le tematiche di mia competenza.  Credo che il nostro patrimonio storico, artistico, archeologico e ambientale, anche a livello regionale, necessiti sempre di più di un’attenta opera di salvaguardia e valorizzazione, non solo per la fruizione in chiave turistica ma soprattutto per la crescita culturale della società e per la formazione delle generazioni del futuro nella consapevolezza del passato. Come studiosa e come madre seguo con preoccupazione (e con la voglia di dare un contributo concreto) i temi della scuola e dell’istruzione, nonché quello della ricerca, colpiti come il settore della Cultura da tagli e riforme spesso devastanti. Sono inoltre convinta che il rispetto dei diritti civili, la lotta a ogni forma di discriminazione, l’attuazione di vere politiche di genere e di quelle rivolte alla famiglia, siano alcuni dei passi da compiere per fondare una nuova società più giusta ed inclusiva e per aiutare le persone a ritrovare la voglia di partecipare alla vita politica del Paese, a cominciare dagli ambiti locali.

MARA SVEVO. Nata nel 1980 e residente a Muggia, dopo il diploma al liceo pedagogico ho continuato gli studi interessandomi a diritto, dottrina e giurisprudenza (2004 laurea in giurisprudenza). Durante gli studi universitari ho lavorato come aiuto bibliotecaria nel comune di Muggia (1999-2001), in seguito ho aiutato negli studi di giurisprudenza uno studente ipovedente (2004). Nel 2003 rientravo tra i vincitori del concorso per vigile urbano tenutosi a Trieste, ruolo che ho ricoperto dal 2004 al 2013, per poi continuare nei ruoli amministrativi del Corpo (dove mi trovo ad oggi).  Dal 2011 al 2013 ho svolto, in qualità di pubblico ufficiale, attività specifiche presso la magistratura: esperienza interessante e molto impegnativa che mi ha permesso di prendere profondo contatto con le tematiche più complesse del diritto e della procedura penale. Ho affiancato agli studi e al lavoro la lettura, il pianoforte, la corsa, il teatro e il nuoto - che pratico tutt’ora. Amando gli animali e provando molta empatia con il prossimo, ho scelto un’alimentazione vegana. Decisa a scendere in campo in prima linea, mi sono candidata come consigliere alle elezioni del 2016 nel Comune di Muggia.

ALICE TESSAROLO. Ho 31 anni e sono nata a Trieste, dove attualmente vivo. Nel 2009 ho conseguito la laurea triennale in Sociologia del Territorio e dello Sviluppo, presso la Facoltà di Scienze Politiche dell' Università di Trieste, con tesi di laurea in Sociologia dell'ambiente (dal titolo: "Risorse idriche: tra conflitti e gestione sostenibile"). Recentemente ho anche perfezionato la mia conoscenza nell'ambito dell'europrogettazione e Rendicontazione europea con un corso e un mini master ad hoc. Ho svolto diversi lavori da più di 10 anni, all'inizio con la finalità di sostenere i miei studi e poi cercando di sfruttare qualsiasi occasione per perfezionare la mia "duttilità" lavorativa. Ho maturato così diverse esperienze, dai lavori più richiesti (barista e commessa anche all'estero per un breve periodo), fino ad alcune significative esperienze nel customer service e post vendita in ambienti più strutturati, di alcune grosse aziende dell'ambito assicurativo, automotive e bancario. La precarietà è rimasta una costante ma posso dire di aver coltivato un mio piccolo bagaglio di conoscenze e flessibilità. A livello locale mi sono avvicinata al Meet Up di Trieste nel 2016, con l'occasione di sostenere il nostro candidato sindaco e aiutare nelle attività in qualità di attivista. Credo che il programma nazionale del M5S sia una ottima fonte di ispirazione per continuare di riflesso il lavoro a livello regionale. Del MoVimento 5 Stelle condivido etica e orientamento politico, sono interessata alle tematiche ambientali e di gestione sostenibile, dove anche a livello locale e regionale possiamo fare la differenza, sfruttando in modo intelligente l'aiuto che può arrivare dalle nuove tecnologie, con la speranza di poter generare un circolo virtuoso nei green jobs in un futuro molto prossimo. Sono appassionata di animali e di geopolitica.

ANDREA USSAI. Sono sposato e ho 2 figli, sono laureato in fisioterapia e ho conseguito un master in riabilitazione di comunità. Dal 2007 sono iscritto al Meetup di Trieste e dal 2013 sono portavoce del MoVimento 5 Stelle  in Consiglio regionale. In questi anni ho combattuto soprattutto per garantire una Sanità pubblica di qualità e per risolvere il problema della Ferriera! Sono riuscito a far approvare una legge per rendere più stingente il contrasto al gioco d’azzardo e una per facilitare ai pazienti l’accesso alla cannabis terapeutica, oltre a numerosi emendamenti tra cui quello per consentire all’Ater di concedere spazi gratuiti alle associazioni di volontariato e di promozione sociale. Purtroppo però la maggior parte delle nostre proposte sono state bocciate come ad esempio quella di vincolare un finanziamento regionale per la siderurgia alla chiusura e riconversione progressiva dell’area a caldo della Ferriera o quella per istituire un fondo regionale per l’efficientamento energetico degli edifici oppure quella di vincolare una parte degli oneri di urbanizzazione all’abbattimento delle barriere architettoniche e molte altre iniziative ancora. Non basta essere all’opposizione, bisogna andare al governo! Ma soprattutto servono cittadini attivi, critici e informati. Serve, come diceva Giovanni Falcone, che ognuno faccia la propria parte! Per questo ho deciso di candidarmi e per questo vi chiedo di votare il MoVimento 5 Stelle.

DIEGO VOLPONI. 48 anni impiegato, nato a Udine vivo a Trieste dal 2000 dove lavoro. Maturità scientifica, formazione universitaria in economia e una passione per l'informatica che mi ha portato a conseguire svariate certificazioni professionali.   Già lavoratore autonomo, come consulente informatico e docente, attualmente mi occupo di statistiche e formazione presso la direzione del personale di una concessionaria autostradale. Sposato e due volte padre, da sempre interessato alla tecnologia ed all'innovazione, sono convinto queste debbano essere divulgate il più possibile attraverso le scuole e la formazione continua, in linea con la vocazione scientifica della nostra regione. Amo gli sport sul mare e le persone col senso dell'umorismo, sono un'attivista instancabile prestato alla politica!

PIERPAOLO WELPONER. Laureato in Antropologia Culturale all'Università degli studi di Trieste. Grafico, ha lavorato in una cooperativa sociale. Ha realizzato archivi fotograficici e siti Internet per il Dipartimento di salute mentale di Trieste.

CIRCOSCRIZIONE UDINE

ELENA KLAVORA. Residente a Udine ma originaria Torreano di Cividale. Da quasi 20 anni mi occupo di Cooperazione internazionale allo sviluppo. Dopo aver studiato Scienze Politiche (e 1 anno a Madrid con Erasmus) ho avuto la possibilità di svolgere un tirocinio presso l’ufficio culturale dell’Ambasciata Italiana di Nairobi (1998). Qui mi sono avvicinata al settore della Cooperazione Internazionale allo sviluppo ed ho iniziato a a lavorare nella gestione di progetti finanziati dal Ministero degli esteri e altri donors istituzionali in paesi in conflitto e post conflitto (Sud Sudan, Somalia, Angola, Kenya) per le più grandi organizzazioni internazionali. Dopo 9 anni in Africa sono stata nominata capo delegazione regionale in Medio Oriente (Giordania, Siria, Iraq, oPT) dove mi sono occupata dell’implementazione di progetti finalizzati alla protezione di rifugiati finanziati dall’Unione Europea, Nazioni Unite, alcuni governi dei paesi occidentali. Durante gli anni dell’università ho collaborato con il Gazzettino, redazione di Udine, e mi sono iscritta all’Ordine dei giornalisti pubblicisti (rinunciando all’iscrizione per cambio di attività professionale). Parlo perfettamente inglese e spagnolo.

MICHELE LISCO.  61 anni, risiedo a Udine, sono sposato e con me e mia moglie convivono due giovani figlie, studentesse. Dopo il conseguimento della laurea in Scienze politiche (ind. socioeconomico), conseguita con il massimo dei voti con una tesi sull’art.52 della Costituzione all’Università di Trieste, ho maturato alcune esperienze formative in Italia, in Europa ed in Centro e sud America, sia come dirigente di una nota multinazionale del calzaturiero che da imprenditore. Negli anni ’90 la passione per l’attività manageriale ha consentito di potermi affermare nei settori della finanza d’impresa e nella sanità, ponendomi alla guida rispettivamente di una finanziaria appartenente alle industrie trevigiane e alla conduzione della maggiore casa di cura polispecialistica presente nell’ambito della Regione Friuli Venezia Giulia. In seguito ho avuto l’opportunità di perfezionare le mie competenze partecipando alla fondazione di alcune aziende specializzate nel comparto della riabilitazione motoria ubicate nel territorio triestino, confluite successivamente in un consorzio specializzato nell’erogazione di servizi sanitari alla persona, il cui scopo si è incentrato sul controllo degli sprechi, delle inefficienze e della garanzia di professionalità. Le esperienze, cui ho appena fatto brevemente cenno, mi hanno spinto a valutare un approccio più territoriale e partecipativo, quale modello innovativo di governo delle attività economiche e sociali, che mette in primo piano la volontà di rendere i luoghi in cui viviamo ad alta qualità ambientale, che punta sull’economia verde, sull’efficienza energetica e sulle fonti rinnovabili. Pensando alle future generazioni, l’istruzione è un settore in cui è necessario concentrare la massima attenzione abbandonando, nel contempo, la politica dei tagli selvaggi che umiliano la classe insegnante e i nostri studenti e rafforzando la formazione e la ricerca universitaria. Credo, con entusiasmo, che sia venuto il momento di assumerci le responsabilità dirette nella gestione della “cosa pubblica”, per rendere più realizzabili le prospettive di un futuro dignitoso per i nostri figli e i giovani di domani. Il contributo d’esperienza che mi sento di offrire è orientato in particolare alle tematiche riguardanti il lavoro sia senso generale che come sistema complesso di produzione e servizi. C’è molto da rinnovare ed innovare; ritengo che ognuno debba profondere al massimo i propri sforzi, partecipando e mettendo a disposizione della comunità le conoscenze e le abilità di cui dispone. Pertanto, con forte coinvolgimento, mi propongo offrendo la mia esperienza nella speranza che ciò possa costituire una forma di valore aggiunto a favore di un sistema efficiente, moderno e dinamico. Concludo ricordando che mi sono interessato alla azione del Movimento poiché ho rilevato nei suoi contenuti una forte concentrazione di principi etici, morali e sociali, espressione di un nuovo modo di fare politica.

MARCO LIZZI.  59 anni, sono nato e residente a Fagagna in provincia di Udine. In possesso del diploma di Ragioneria. Credo nelle Istituzioni e non pratico la partitocrazia. Si alla legalità e al rispetto verso esse. Sono convinto che la democrazia partecipata debba essere esercitata autenticamente. L'autonomia della Regione Friuli Venezia Giulia come tema ricorrente è itinerario da percorrere e rafforzare attraverso azioni sobrie, concrete e decise allo stesso tempo. Mi occupo fattivamente nell'ambito del volontariato sociale ed in particolare quello della disabilità. Le esperienze acquisite agevolano il relazionarmi con empatia attraverso la funzione di ascolto. Sono attivista M5S dal 2011 praticando in particolare la presenza nelle piazze, nei mercati e in occasione di eventi politici. Mi sono impegnato fattivamente e quotidianamente durante la campagna per il “NO” al referendum costituzionale dell'anno 2016. Partecipo ai Meetup della zona in cui risiedo e principalmente Udine e circoscrizione relativa. Plaudo all'azione politica del MoVimento 5 Stelle perché persegue tra i vari obiettivi soprattutto quello di riottenere un ordine pubblico interno autentico, come scopo minimo, non “sporcato” dagli eccessi ed abusi del potere; quello dello Stato così della Regione anche l'organizzazione in senso “umano” con meno burocraticità e zero inefficienze. Sono in congedo dalla fine dell'anno 2012 dopo le esperienze lavorative in seno alla Regione Fvg. Mi sono occupato presso Ersa, Direzione Comunicazione, Ufficio stampa e Urp.

FLERIS PARENTE. Nato a Udine nel 1971, sposato e con 2 bimbe di 7 e 10 anni. Dopo il diploma di maturità scientifica presso l’Istituto N. Copernico di Udine, mi sono laureato in Giurisprudenza nel marzo del 1996. Dopo aver svolto il servizio militare come ufficiale dell’Esercito, ho partecipato ad un corso per esperto di logistica presso la Camera di Commercio di Udine con stage finale presso la logistica della Benetton spa. Da sempre lavoro nel settore del credito al consumo con esperienze di responsabilità in Toscana, Veneto e poi in Friuli Venezia Giulia; ho iniziato con la Agos spa per poi passare a Compass (Gruppo Mediobanca), Fingestim spa, Plusvalore spa (Gruppo Delta) e infine di nuovo con Agos Ducato spa ( Gruppo Credit Agricole). Mi sono avvicinato al Movimento nel 2012 e dal 2014 sono consigliere presso il Comune di Udine nonché capogruppo da luglio 2016; inizialmente ho fatto parte della Commissione Cultura per poi passare alla Commissione Bilancio. Oltre ai temi del bilancio, in questi anni mi sono occupato anche di inquinamento, efficientamento energetico, salvaguardia del patrimonio architettonico e del centro storico, tutela dei diritti dei lavoratori ( interpellanze urgenti inerenti i diritti retributivi del personale della Polizia Locale di Udine, dei lavoratori che svolgono il servizio di portierato presso Udine Mercati srl, inerenti il licenziamento di 9 dipendenti della Daneco Impianti spa ), contrasto all’apertura di nuove superfici commerciali nonché dei relativi orari di apertura; tra tutti gli atti presentati cito nello specifico la mozione 70/2014 approvata dal consiglio del 9 febbraio 2015 che chiedeva l’ammodernamento dell’illuminazione stradale (realizzato), nelle aree verdi e negli edifici pubblici (in fase di progettazione).

CRISTIAN SERGO. Nato a Udine nel 1977, mi sono diplomato presso il Liceo scientifico Copernico e ho frequentato l'Università degli Studi di Udine, Facoltà di lingue e letterature straniere, superando tutti gli esami del Corso, con un media del 28,5 su 30, ma non discutendo mai la tesi di laurea. Dal 2003 al 2008 ho lavorato in una mia impresa come web master, realizzando siti internet per Associazioni e Piccole Medie Imprese. Nel 2005 ho aperto un negozio di abbigliamento e articoli da regalo in Franchising nel centro di Udine e nel 2011 ho lavorato per otto mesi sulle navi da crociera della Disney Cruise Line tra Florida e Bahamas, cogliendo l’occasione di fare un’esperienza internazionale. Nella primavera del 2012 ho iniziato a frequentare i meetup del MoVimento 5 Stelle di cui sono diventato Portavoce in Consiglio Regionale a maggio 2013. Come Consigliere Regionale sono membro di 3 commissioni consiliari (Bilancio, Attività Produttive e Ambiente), inoltre, da gennaio 2017, ricopro il ruolo di Capogruppo. Nel corso della Legislatura ho depositato 65 Mozioni, di cui 17 come primo firmatario, 98 tra Interpellanze e Interrogazioni, 162 ordini del giorno, 27 Progetti di legge e 8 Voti alle Camere ed al Governo della Repubblica. Sono stato consigliere garante di due partizioni popolari sottoscritte da oltre dieci mila cittadini. Sono primo firmatario della Legge Regionale 21 / 2017 in "materia di prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità organizzata e di stampo mafioso". Nel corso dell'ultima seduta d'aula è stato approvato un emendamento per istituire la Riserva Naturale Delle Valli Grotari e Vulcan in Comune di Marano Lagunare.

LUCA VIGNANDO. 56 anni nato e residente a Udine. Architetto libero professionista, mi sono laureato a Venezia nel 1990 e sono iscritto all'Ordine degli Architetti di Udine. In oltre 25 anni di professione mi sono occupato di progettazione d'interni civili e navali, design ed edilizia soprattutto privata. Ho insegnato alla scuola media superiore e per più di tre anni sono stato collaboratore alla didattica di alcuni corsi di progettazione architettonica allo Iuav di Venezia. Sono un appassionato motociclista, amo il mare, la filosofia, l'arte, l'archeologia e la politica, ho una particolare sensibilità per le persone anziane e non ho ricordi della mia vita senza la compagnia di un gatto o un cane. Sono un attivista del MoVimento 5 Stelle dal 2012 e nel 2013 ho partecipato come candidato alle elezioni regionali in Friuli Venezia Giulia. Dopo quell'esperienza ho continuato come attivista e professionista a supportare e organizzare eventi ed incontri sul nostro territorio per diffondere la cultura della partecipazione attiva specialmente in relazione ai temi urbanistici, infrastrutturali e archeologici. Sono convinto che il nostro obiettivo sia quello di impedire definitivamente ogni ulteriore abuso e consumo di suolo; e che la valorizzazione e la ristrutturazione edilizia dell'esistente sia l'unica via non solo per riavviare la filiera delle costruzioni, ma anche per impedire il continuo deprezzamento degli immobili più vecchi oberati da una tassazione iniqua. Mi sono sempre impegnato per la tutela del Paesaggio e del nostro immenso Patrimonio Artistico e Archeologico. A tale proposito alla fine del 2015 il nostro gruppo consiliare regionale mi ha commissionato uno studio che riassumesse le emergenze archeologiche di epoca romana nei dintorni di Dignano. Tra il fiume Tagliamento e la periferia sud di Dignano è infatti in fase di esecuzione una mostruosa opera pubblica commissionata dall'attuale giunta Serracchiani: la cd. Variante Sud. Purtroppo più di un quarto degli edifici italiani è in condizione mediocre o pessima, ospedali e scuole compresi. Il mio obiettivo, il nostro obiettivo come Movimento 5 Stelle, è quello di dare sicurezza alle persone, priorità alle ristrutturazioni delle città, dei paesi e dei piccoli borghi. Ma soprattutto d'impedire che le nostre fragili pianure vengano ulteriormente disseminate con faraoniche strutture commerciali e grandi infrastrutture viarie a loro supporto che arricchiscono pochi e impoveriscono tutti noi.

RENATA ZAGO. Mamma di due ragazze, risiedo a Latisana e sono impiegata presso un ente locale, occupazione che mi fornisce una  competenza specifica in materia amministrativa, oltre che in merito ad iniziative per le famiglie e per i giovani. Negli ultimi 5 anni ho avuto modo di conoscere approfonditamente la situazione della sanità in Regione: essere portavoce – prima del Comitato “Nascere a Latisana” e poi anche dei 9 Comitati che in  Friuli Venezia Giulia hanno proposto il referendum abrogativo della riforma sanitaria - mi ha dato la possibilità di verificare concretamente lo smantellamento della sanità pubblica che è in atto, non solo rispetto alla struttura di Latisana ma anche in tutto il resto della Regione. E questa storia personale mi ha fortemente motivato ad entrare in politica. C’è anche un altro tema che mi sta particolarmente a cuore, anch’esso legato alle esperienze che ho citato: la partecipazione attiva. Sono convinta che sia necessaria una vita pubblica partecipata e partecipativa, per valorizzare la voce dei territori che difendono  beni comuni come l’acqua pubblica, l’ambiente, la salute; proprio per questo, dopo aver conseguito la maturità classica e la laurea in lingue, ho perfezionato la mia formazione con un recente master in sviluppo di comunità e rigenerazione di beni comuni. Quanto sperimentato mi ha convinto che è assolutamente prioritario creare nuovi meccanismi di partecipazione, i quali da un lato consentano ai cittadini di avere contezza delle decisioni che li riguardano e dall’altro mantengano i bisogni veri delle persone al centro delle scelte politiche, contrariamente a quanto finora avvenuto. Continuerò quindi ad impegnarmi con tenacia, come ho dimostrato finora di saper fare, nell’unica direzione da intraprendere: partecipare, scegliere il bene comune, cambiare quello che non va!

Leave a Reply